Storia

2013

Arricchire la vita e il lavoro attraverso Internet

Nel 2013, con 175mila nuovi clienti (+10%), FASTWEB si è confermata primo operatore italiano per crescita nel numero dei clienti a banda larga.

Il successo commerciale è stato ottenuto anche grazie ai continui investimenti realizzati dalla società, per estendere Internet a banda ultraveloce in fibra ottica al 20% della popolazione italiana. A fine 2013,  è stato installato il 60% circa degli armadi di strada previsti dal piano biennale lanciato nel 2012 e sono stati completati i lavori di realizzazione della rete in fibra in  dodici  città (Ancona, Bari, Brescia, Como, Livorno, Monza, Padova, Pescara, Pisa, Reggio Emilia, Varese, Verona).  I nuovi servizi a banda ultralarga sono offerti anche in alcune zone delle città di Torino, Palermo, Genova, Bergamo,  Bologna e Roma, dove i lavori verranno ultimati nel 2014. Nel 2013, 1,6 milioni di  famiglie e imprese italiane sono state raggiunte dalla nuova rete in fibra di FASTWEB.

Nel segmento di clientela Corporate, FASTWEB ha ulteriormente rafforzato la  posizione di co-leader con una quota di mercato complessiva del 23%, risultante da una quota di mercato sui servizi “core TLC” (voce e dati) pari al 28% e da una progressiva e costante crescita nel segmento “VAS/ICT” (Value Added Services /Information Communication Technology), dove la market share di FASTWEB è prossima al 15%.  In particolare i servizi ICT a valore aggiunto (Cloud Computing, Security e Housing/Co-location, Managed services, Unified communication) hanno arricchito il portafoglio di servizi offerti da FASTWEB alle grandi aziende e alla Pubblica Amministrazione.

 Nel 2013 FASTWEB ha rivisto la propria Vision e i propri Valori e pubblicato il primo Bilancio di sostenibilità relativo all’anno 2012.

2012

Al via il Piano nazionale per la Banda Ultralarga

In un contesto di mercato difficile, nel 2012 FASTWEB ha incrementato il numero dei clienti dell’11%, da 1,6 milioni a 1,767 milioni e ha rilanciato gli investimenti ribadendo la propria leadership tecnologica nei collegamenti di rete fissa.

Le attività della divisione Consumer hanno puntato sempre più sui servizi core, per offrire la miglior  Internet a banda larga, di rete fissa e di rete mobile, ai propri clienti. Nel corso dell’anno si è inoltre rafforzata la partnership commerciale con SKY, che ha permesso a FASTWEB di proporre ai propri clienti l’integrazione con la miglior offerta di intrattenimento televisivo.

La divisione Enterprise si è riorganizzata puntando a offrire un servizio sempre più completo e di qualità a piccole e medie imprese, grandi aziende e pubblica amministrazione. Per la prima volta le soluzioni di comunicazione unificata, di cloud computing e di sicurezza pensate per le aziende di grandi dimensioni, sono state offerte anche alle Pmi con gli stessi livelli di qualità e affidabilità.

Nell’anno FASTWEB ha lanciato un importante piano di espansione della propria rete per portare la fibra ottica in venti città entro il 2014 con la tecnologia Fiber to the Street, con un investimento di 400 milioni di euro. Con tale investimento, la rete di nuova generazione in fibra  della Società si estende a oltre 5,5 milioni di case e imprese, raggiungendo una copertura nazionale di oltre il 20% con velocità di connessione fino a 100 megabit al secondo.

2011

FASTWEB: Innovazione e alleanza con SKY sulla Tv

FASTWEB si conferma partner delle grandi aziende e della pubblica amministrazione dove mantiene una market share del 20% grazie a servizi di telefonia fissa, internet, servizi a valore aggiunto quali i servizi di Unified Communications. Nel corso dell’anno, Consip conferma FASTWEB come fornitore certificato di riferimento della pubblica amministrazione per quanto riguarda la connettività fissa voce e dati. Ad agosto la Società si è aggiudicata una gara della Regione Lombardia per i sistemi di telecomunicazione di tutte le sedi, collegate con una rete in fibra ottica ad altissime prestazioni e dotate di sistemi di comunicazione avanzati, con sale multimediali e videocomunicazione. Per completare l’offerta business, a fine anno FASTWEB ha lanciato l’offerta di cloud computing, FASTcloud, la prima offerta pensata e studiata per la Grande Impresa. Per quanto riguarda l’offerta per Famiglie e Partite IVA, nel 2011 FASTWEB ha aperto nuovi negozi monomarca di proprietà e in franchising e ha firmato un accordo con SKY che consente di combinare l’offerta televisiva via satellite di Sky con i servizi Internet a banda larga e telefonia fissa di FASTWEB, con l’obiettivo per entrambe le Società di aumentare la penetrazione nel mercato e di stabilizzare le rispettive customer base. Anche nel 2011, FASTWEB ha confermato il suo impegno nella costruzione della Rete di Nuova generazione in Italia (NGN) e per questo ha deciso di acquisire una quota dell’11% di Metroweb. Con dodici anni di storia, FASTWEB è ormai riconosciuta come azienda matura, solida e affidabile. Per rappresentare questa nuova fase della storia dell’azienda è stato scelto un nuovo testimonial: George Clooney.

2010

I Grandi Clienti al centro dell’attività

Impegno nello sviluppo della rete di nuova generazione (NGN) e affermazioni sul mercato Executive sono i tratti distintivi dell’attività di FASTWEB nel 2010. La società si è caratterizzata per il ruolo leader nelle proposte di ammodernamento della rete di Tlc.  Inoltre, nasce l’offerta a 100 Mega per le famiglie: a settembre FASTWEB, forte della sua rete in fibra, ha reso disponibile al mercato residenziale l’offerta Fibra 100. Due milioni di famiglie ed aziende possono così navigare in Internet a 100 Mbps per la prima volta in Italia. Nel 2010 FASTWEB ha confermato il suo primato nel mercato Executive. Da segnalare, tra gli altri, due contratti aggiudicati. Nella P.A. un lotto della gara Consip per la fornitura, messa in opera e manutenzione di sistemi telefonici privati e di prodotti e servizi accessori. Nel settore bancario l’adozione da parte di Unicredit, con cui la collaborazione risale al 2005, della soluzione di Unified Communications di FASTWEB per realizzare lo sportello bancario del futuro. Sul fronte dell’assetto societario, in autunno Swisscom ha lanciato un’Opa  volontaria sulle azioni di FASTWEB (pari al 17,918% del capitale) non ancora in suo possesso. Al termine dell’Opa (novembre 2010)  il 94,83% del capitale di FASTWEB risultava nelle mani di Swisscom che ha avviato le procedure per il delisting del titolo dalla Borsa di Milano.

2009

FASTWEB, dieci anni da protagonista

Il 40% degli utenti collegati in fibra ottica in Europa sono clienti FASTWEB. Prosegue la crescita sui mercati target: le famiglie, le grandi aziende, la pubblica amministrazione e le Pmi. Si moltiplicano le soluzioni tecnologiche dedicate a questo segmento. Alle grandi aziende FASTWEB è in grado di offrire la cosiddetta Unified Communication, che permette di integrare canali di comunicazioni e terminali diversi. I dieci anni della storia di FASTWEB sono raccontati da Valerio Castronovo e Giovanni Paoloni in un libro pubblicato da Laterza e intitolato:  FASTWEB 1999 – 2009, Storia di un’impresa innovativa.

2008

Arrivano i 100 Mega per le Pmi e i servizi mobili

Per le piccole e medie aziende presenti nelle zone servite dalla rete di FASTWEB, la società offre per la prima volta in Italia, un’offerta con banda a 100 Mega per secondo. Inoltre nel 2008 FASTWEB lancia i servizi mobili di telefonia e dati per famiglie, partite Iva e piccole e media imprese. FASTWEB, da sempre leader nella convergenza grazie al Triple Play, diventa a tutti gli effetti un operatore 4P.
Un accordo industriale per promuovere lo sviluppo delle reti di nuova generazione (NGN) è siglato fra FASTWEB e Telecom Italia. In base all’intesa le società si impegnano a condividere le infrastrutture necessarie per realizzare le NGN (Next Generation Networks) secondo un modello di collaborazione aperto a tutti gli operatori interessati.
FASTWEB e Valentino Rossi proseguono il loro percorso comune: il supercampione sarà testimonial di FASTWEB anche nel 2009 e nel 2010.

2007

FASTWEB entra nel gruppo Swisscom

Nel mese di marzo Swisscom, operatore ex monopolista delle tlc elvetiche, lancia un’offerta pubblica di acquisto totalitaria su FASTWEB. L’operazione si conclude il mese di maggio: da quel momento la società svizzera detiene il controllo di FASTWEB con l’82,1% del capitale.
Il management di FASTWEB viene confermato; rinnovato il Cda e il Presidente.
La carica, detenuta in precedenza da Silvio Scaglia, viene assunta da Carsten Schloter, amministratore delegato di Swisscom, che definisce FASTWEB “un capolavoro dell’imprenditoria italiana”.
Viene approvato un piano di espansione della rete per arrivare a coprire il 50% della popolazione e siglato un accordo con 3 Italia per l’operatore mobile virtuale (MVNO) i cui servizi saranno lanciati nel corso del 2008.

2006

FASTWEB fornitore di riferimento per la Pubblica Amministrazione

Completata la rete a marzo FASTWEB raggiunge il 45% della popolazione. Il 2006 è l’anno dell’affermazione di FASTWEB come fornitore di riferimento della Pubblica Amministrazione: la Società si aggiudica sia la gara Consip sia quella Cnipa per il Sistema Pubblico di Connettività (SPC). Sul fronte dei grandi clienti da registrare i contratti conclusi con Unicredit, Poste e Borsa Italiana. Per il mercato residenziale va segnalata l’offerta a 6Mbit/s certificati per tutti i clienti; la possibilità di fruire di 20 Mbit/s grazie all’ADLS 2 +. L’offerta TV si arricchisce con Replay Tv, il servizio che consente di rivedere i programmi fino a tre giorni prima della tv generalista (Rai, Mediaset, TI Media), e con il Decoder Unico Multipiattaforma.

Inizia la collaborazione con Valentino Rossi come testimonial.

2005

Nuove risorse per crescere

Il 14 gennaio 2005 il CdA approva il piano industriale 2005-2013 che avvia una nuova fase di espansione anticipando al 2006 l’estensione della rete a banda larga di FASTWEB a circa metà della popolazione italiana. Il 18 febbraio l’Assemblea approva un aumento di capitale a pagamento per 800 milioni di Euro che finanzierà in parte l’accelerazione della crescita. L’operazione si conclude con pieno successo il 1 aprile con la sottoscrizione integrale di 23.081.751 azioni ordinarie di nuova emissione al prezzo di 34,65 Euro ciascuna, per un controvalore complessivo di 799.782.672 Euro senza che si renda necessario l’intervento del consorzio di garanzia.

FASTWEB si consolida come il operatore fisso, riconosciuto non più come una giovane realtà tecnologicamente all’avanguardia, ma come operatore di telecomunicazioni solido e affidabile, scelto da famiglie e imprese in tutta Italia per la qualità e l’affidabilità del servizio.

2004

e.Biscom diventa FASTWEB

Nel dicembre 2004 si perfeziona la fusione per incorporazione di FASTWEB in e.Biscom deliberata ad aprile dai rispettivi CdA. La fusione rappresenta il naturale esito del processo di razionalizzazione intrapreso sin dal 2002 dal Gruppo per focalizzarsi sul proprio core business: le telecomunicazioni a banda larga su rete fissa in Italia. La società assume il nome FASTWEB.

17/08/2017
Fastweb annuncia i risultati del primo semestre 2017: prosegue e accelera, per il 16° trimestre consecutivo, la crescita di clienti e margini. Clienti mobili in crescita del 45%.

Nei primi sei mesi del 2017 Fastweb consolida ancora la propria posizione nel mercato della banda larga in Italia, confermando il trend di continuo miglioramento dei principali indicatori di redditività. La strategia di forti investimenti infrastrutturali continua ad essere premiata dal mercato e dai clienti, sia residenziali che business, che sempre più numerosi scelgono Fastweb come fornitore di servizi a valore aggiunto.


02/08/2017
La rete Snaitech prende quota con la fibra Fastweb

Un percorso costantemente teso all’innovazione tecnologica, per rispondere in modo tempestivo ed efficace alle richieste di un mercato sempre più competitivo. È questa la mission che SNAITECH, tra i principali operatori del gaming e leader nel betting retail, porta avanti da sempre: una strategia che, attraverso l’utilizzo delle migliori soluzioni e la scelta di partner di alto profilo, mira a un costante potenziamento della piattaforma, così da garantire le migliori performance possibili alla propria rete. In quest’ottica, a un anno dalla partnership siglata, SNAITECH annuncia il completamento dell’operazione di migrazione della fibra Fastweb, tra i principali operatori alternativi di telecomunicazioni per il mercato Business e per la Pubblica Amministrazione.


26/07/2017
Fastweb lancia l’offerta Ultrafibra a Roma e potenzia la rete dell’Amministrazione Capitolina

Roma e i suoi abitanti entrano nell’era della connettività ultraveloce grazie a Fastweb. Dopo il lancio del servizi ad 1 Gigabit a Milano, Torino e Bologna l’Ultrafibra di Fastweb sbarca nella Capitale dove consentirà di navigare alla velocità di 1 Gigabit in download e fino a 200 Megabit in upload. Grazie ad una velocità fino a 10 volte superiore a quella attuale e ai bassi valori di latenza il servizio Ultrafibra consentirà alle famiglie di vivere al meglio le proprie emozioni: scaricare velocemente film in alta definizione, condividere foto e video sul web con una velocità mai sperimentata prima, giocare on-line, collegare nuovi device della casa intelligente.